Tag: piemonte

Il COLIBRì APS, Domodossola (Verbania)

IL COLIBRÌ APS intende essere un luogo speciale di riflessione, apprendimento e azione, dove natura, cultura si fondono in modo armonioso verso la felicità e una maggiore consapevolezza collettiva. Con questo progetto vogliamo celebrare e sostenere il nostro territorio nelle sue ricchezze storiche e ambientali e farlo conoscere anche all’esterno.

L’Associazione nasce nel dicembre del 2018 grazie a un gruppo di amici e professionisti che dopo anni di studi ed esperienze importanti in giro per il mondo, decide di riunirsi per condividere le proprie ricchezze nel luogo dove i componenti sono nati e cresciuti, fornendo così stimoli utili a favorire e riscoprire un senso di comunità e di mutuo aiuto, con l’obiettivo di migliorare l’aspetto educativo/relazionale del contesto sociale ossolano.

Da ottobre 2020 l’Associazione è iscritta ufficialmente al registro unico del terzo settore della regione Piemonte a favore delle politiche per i bambini, le famiglie, i minori e i giovani e a sostegno delle situazioni di fragilità sociale. Nel corso degli anni l’Associazione ha proposto numerosi spettacoli teatrali e musicali come mezzo di socialità e costantemente organizza corsi di lingue straniere: spagnolo, inglese, tedesco, italiano, dando opportunità lavorative e facilitando l’integrazione e gli scambi culturali.

IL COLIBRÌ APS sin dalla sua costituzione ha voluto fortemente porre la propria attenzione a ciò che rappresenta il nostro presente e il nostro futuro, organizzando attività e corsi di formazione rivolti a famiglie e bambini di ogni età.

Sviluppa e sostiene, sia a livello nazionale che territoriale, progetti in natura dedicati all’educazione e istruzione parentale, propone laboratori ludico-creativi-esperienziali, con attenzione alla cooperazione e all’ascolto dei bisogni individuali e collettivi.

via Giacomo Leopardi 3, Domodossola (VB)
https://ilcolibriaps.it/



BIOSCRAPE



I BIOSCRAPE sono una band alternative groove metal di Biella (IT), nata nel 2006.
Il suono dei BIOSCRAPE è una miscela di generi, dal Thrash metal, al Nu metal e all’Hardcore. La voce di Scream and Growl incolla gli elementi musicali dal suono pesante ai suoni elettronici, ricordando band come Pantera, Slipknot, Fear Factory e Lamb of God.
I BIOSCRAPE live propongono concerti di forte impatto. Ogni album dei BIOSCRAPE ha un concept, raccontando una storia diversa in ogni lavoro in studio.





IMMUNE

IMMUNE
IMMUNE
IMMUNE



IMMUNE cresce nella periferia vercellese ma musicalmente si costruisce un percorso in terra sabauda rigorosamente a Torino. Dopo aver militato in un paio di gruppi pop rock come cantante decide di “mettersi in proprio” iniziando a scrivere e comporre brani e così inizia il progetto da solista ricercando ispirazione nella musica pop elettronica.

Dopo il primo singolo auto prodotto entra a far parte del roster di una label indipendente pubblicando vari singoli e il primo LP “Origami”, uscito nel marzo 2021 (qui la recensione su ROCK IT) , disco dai toni intimi tra cantautorato e pop di ottima fattura. La recente pandemia di Covid non ha aiutato artisti e musicisti nell’ambito della musica live , e quindi la decisione migliore fu quella di “scomparire”di proposito dai social media con l’intento di creare uno spaccato vero con la precedente uscita discografica. Torna a farsi sentire dopo un periodo di scrittura con delle nuove produzioni di forte impatto che creano volutamente un solco netto nella sua identità artistica pubblicando i singoli “Diamante”, “MEGA FESTA” e “L’Appartamento” durante il 2022.

Dopo la pubblicazione di altri due singoli si prepara entro il 2024 all’uscita del suo secondo LP confermando l’evoluzione artistica delle sue produzioni. Tra il pop e l’elettronica di ispirazione d’oltralpe IMMUNE racconta visceralmente le sue emozioni, attraverso oscurità e segreti che tormentano l’animo fino a rinascite artistiche e romantici viaggi spaziali, tutto confezionato da una scrittura semplice ma incisiva e mai banale. “IMMUNE” è come un monito per ricordarsi di essere immuni alla paura di affrontare le proprie debolezze, continuando a ricercare ciò che più ti rende realizzato, ricercare i propri sogni rimanendo immuni da se stessi.





IL CINQUE

IL CINQUE



Nero e senza difese: il ghiaccio di cui racconta IL CINQUE è meritevole di un grido d’allarme che tutti dovremmo ascoltare. BLACK DEFENSELESS ICE, tratta dal nuovo album LIFE THEATER, è la nuova canzone de IL CINQUE, affiancata da un videoclip che si basa su concetti visivi potenti.

“È un grido disperato da parte della Natura verso l’uomo che la sta uccidendo. Ho preso come simbolo lo scioglimento dei ghiacciai causati dagli interessi dell’uomo che rappresento con la parola “Black” (Nero) che indica il Petrolio, il più grande motivo di surriscaldamento terrestre insieme a tutti i suoi derivati o simili. Per questo ho immaginato un ghiacciaio indifeso sporcato dal nero petrolio degli interessi umani, che a nome della Natura, vedendosi ferito come un soldato in battaglia grida verso l’uomo chiedendogli perché fa questo, perché uccida il proprio mondo”.  

IL CINQUE è un cantautore monferrino con un background composto da varie influenze che vanno dal metal, al country rock, al folk, all’indie rock italiano, al progressive metal, fino al post grunge e all’alternative rock. Dopo aver pubblicato alcuni album ed EP come bassista di formazioni indie rock, rock ed epic metal, dal 2014 al 2017 ha pubblicato tre album con la modern metal band “Ivory Times” di cui è songwriter, cantante, bassista e co-compositore. Nella primavera 2020, durante la quarantena che lo ha costretto a casa per due mesi, ha scritto, composto e registrato il suo primo album solista, LIFE THEATER.






MARTIN HESTA

MARTIN HESTA
MARTIN HESTA
MARTIN HESTA
MARTIN HESTA



MARTIN HESTA nasce e cresce a Milano. Dopo la conclusione del suo percorso di studi con risultati alterni, intorno a vent’anni durante un viaggio in Canada con zaino tenda e fornello lavorando in alcune fattorie della British Columbia, scopre il lato agricolo della vita. Da allora inizia a girovagare tra aziende agricole ed agriturismi come contadino e giardiniere. Dopo anni passati ad accumulare esperienza, riesce a realizzare il suo grande obiettivo, quello di avere una cascina di proprietà, la sua attuale base, una struttura isolata risalente alla fine dell’800 nell’Appennino piemontese-ligure, dove vengono registrati i suoi brani nel piccolo studio ricavato in una mansarda. 

Nel frattempo prima di arrivare a questo punto, ancora prima di scoprire la passione per il mondo naturale, trova in giovane età quella della musica che da più di 15 anni lo accompagna in qualsiasi momento della propria vita. Muove i propri passi nel circuito punk hardcore come chitarrista e nel corso degli anni matura esperienza sia in studio sia dal vivo, visitando locali e centri sociali in Italia ed Europa, girando con furgoni scassati e dormendo a casa dei promoter del luogo, se non direttamente sul palco. Bellissimi ricordi.  

Dopo aver accumulato esperienza con diversi gruppi, decide di intraprendere una carriera solista e trascorre gli ultimi tempi a sviluppare il suo stile e a lavorare al suo nuovo progetto musicale. MARTIN HESTA






MYLE

MYLE
MYLE
myle
MYLE



Sono nato a Parma nel giorno più freddo dell’inverno più freddo della memoria recente: 22 gennaio 1984. Cresciuto tra echi e ispirazioni di Verdi, Bodoni, Bertolucci, Correggio, Parmigianino, nel cuore della nebbia e di quella che oggi chiamano la Food Valley, anche se per me è ancora la corte di ‘900, o il caseificio della Tragedia di un Uomo Ridicolo.

Vivo in Costa Azzurra ora, dopo anni di trasferimenti tra Parma, Berlino, New York, Sardegna, Friuli, Lago di Como. Ho lavorato in mezza Europa come musicista, ma questa era un’altra vita.

Nato e cresciuto coi cantautori italiani e americani. Da Dylan in su, anzi, in giù, perché ancora penso che come quello lì non nascerà più nessuno.

Dopo anni di tour e concerti, collaborazioni esaltanti, albe e autostrade tra Italia, Francia, Germania, Stati Uniti e Inghilterra, nel 2013 mi sono accorto di voler qualcosa di diverso, qualcosa che si chiama ispirazione. Forse ero stanco di suonare sempre e solo canzoni altrui, dovevo sviluppare meglio la mia idea di musica. Ero stuck in the middle, giusto per esagerare con le citazioni.

Quasi dieci anni lunghissimi di “ora lo faccio”, di scoperte e innamoramenti: Lucio Dalla e Peter Gabriel su tutti, e tanta elettronica, tanta scrittura, più ricerca sul suono. Avevo bisogno di sentirmi più contemporaneo, io che avevo dedicato 29 anni al folk-rock, sentivo il bisogno di interpretare il mio tempo. Quasi dieci anni con 12 traslochi, e ogni volta la mia anima, o quello che più le somiglia, era più lontana. Quasi dieci anni per ritrovarmi in musica.





IN.VISIBLE

IN.VISIBLE
IN.VISIBLE
in.visible
in.visible
IN.VISIBLE


IN.VISIBLE è il progetto solista di Andrea Morsero (musicista, DJ, performer, produttore) pubblica il primo album autoprodotto HAVE YOU EVER BEEN? registrato e mixato da Lele Battista il disco riceve ottimi attestati dalla critica musicale e viene proposto in vari prestigiosi palchi italiani. Poi è la volta del singolo PEOPLE ARE STRANGE, arrangiamento del classico dei DOORS, che apre la strada a IN.VISIBLE verso sinergie con realtà artistiche oltre il panorama nazionale, dando una dimensione europea al progetto. Il secondo disco EXOTIC WHITE ALIEN, prodotto dallo stesso Battista e mixato da Paolo Iafelice (Fabrizio De Andrè – Ligabue – Stewart Copeland), ha subito ricevuto consensi di critica e vendite, trainati dal video SENSATION girato per le strade di Berlino. Al termine del club tour, In.Visible si esibisce al SYNTHETIC SNOW FESTIVAL di Mosca: da questo evento nasce la collaborazione con CLAN OF XYMOX, da cui la cover di CAN’T GET YOU OUT OF MY HEAD, hit mondiale di Kylie Minogue . Dopo una serie di concerti, sempre all’estero, esce il terzo disco THE SUBTERRANEA SESSIONS e successivi remix, in cui In.Visible è impegnato anche nel ruolo di produttore; evento che porta ad ulteriori collaborazioni artistiche (ancora CLAN OF XYMOX, THE WALKING ICON. DUNCAN TUCANO. PØLAAR)

Gli ultimi lavori di In.Visible sono la sensuale DARK ROOM (con tanto di remix e video, prodotti dallo stesso Morsero ed il remix di DANCE TO THE GROUND della cantante e performer ANNA SOARES







WE ARE WAVES

WE ARE WAVES
WE ARE WAVES
WE ARE WAVES
WE ARE WAVES
WE ARE WAVES



I WE ARE WAVES sono una band post-punk italiana. Hanno pubblicato quattro album e una manciata di EP.

Il loro mix di melodie romantiche, synth retro e accordi dream-pop mescolati all’energia del post-punk ha permesso loro di guadagnarsi un importante seguito nei circuiti underground europei, portandoli a suonare in Italia, Francia, Germania, Inghilterra, Belgio e Svizzera, suonando insieme a nomi come THE CHAMELEONS, FRONT 242, SHE PAST AWAY, SOVIET SOVIET, AUCAN, THETOXIC AVENGER e molti altri.

CAVE è il loro quarto album in studio, pubblicato da MEATBEAT RECORDS, DIRTYBEACH RECORDS e la canadese VELOURIA RECORDZ. Rappresenta un’evoluzione del loro sound in un mood più cupo e ruvido.

https://www.wearewaves.net